Appena sfornate!

21 Apr

Buona Pasqua!
Sono mesi che aspetto per poter preparare queste meravigliose colombine!

Dunque, la ricetta.

Ingredienti

uova 2
tuorli 1
zucchero 100 g + 100 g per la glassa
farina manitoba 500 g + 50 g per la glassa
burro 100 g
sale 5 g
lievito fresco 20 g
scorza di arancia
stecca di vaniglia 1
acqua

L’impasto è molto elastico e “ciccoso” quindi se avete una impastatrice seria è tutto più semplice.
Se non è professionale, rischiate di friggerla (come stava per capitare a me…) quindi vi conviene iniziare con la macchina e proseguire a mano.
Sbriciolate il lievito fresco in una piccola tazzina con un poco di acqua tiepida e scioglietelo bene aiutandovi con un cucchiaino.
Montate insieme lo zucchero, le uova e il tuorlo.
Aggiungete la farina poco per volta, il burro molto morbido o sciolto, la scorza di limone, il sale e la stecca di vaniglia.

(una parentesi: forse solo io potevo avere questi dubbi, ma meglio spiegare; tutti quelli che trovano assurda l’osservazione possono passare oltre… dunque, dicevo, non so se sono io, ma tutte le volte che leggevo “una stecca di vaniglia” incominciavo a pensare a come si potesse usare quella cosa appiccicosa e rigida… la trito? la metto intera? mah! poi ho scoperto: la stecca di vaniglia va aperta, divisa in due nel senso della lunghezza e “grattata” dentro per toglierne i semi che sono quelli che devono essere aggiunti ai composti per avere l’aroma! bè, inutile dire che le mie preparazioni dolci ne hanno tratto enormi vantaggi!)

Infine il lievito. A questo punto lavorate bene l’impasto e se necessario aggiungete acqua per ottenere la consistenza giusta che deve essere mooolto elastica.
A questo punto formate una palla, mettetela in una ciotola, coprite con della pellicola trasparente e mettetela in un luogo caldo a lievitare (io l’ho messa nel forno chiuso con la luce accesa) per circa un’ora.
Nel frattempo coprite due o tre leccarde con carta da forno.
Passato il tempo necessario, prendete l’impasto e dividetelo in dieci parti all’incirca dello stesso peso e lavorate un poco ognuna per coprire il taglio. Ognuna di queste parti costituirà una colombina.
Dividete in due ognuna delle dieci parti precedenti e lavoratele un poco. Con una delle due formate un salamino lungo circa quindici centimetri e disponetelo a ferro di cavallo sulla leccarda. Con l’altro pezzo fate un salamino della stessa lunghezza del precedente con due strozzature.
Ripetete le stesse operazioni per tutte le colombine e mettetele sulle leccarde piuttosto distanziate.
Rimettete tutto a lievitare fino a che le colombine raddoppieranno di volume.

Fate una pappetta piuttosto densa con il rimanente zucchero e la rimanente farina e spennellatela sulle colombine facendo attenzione a non sgonfiarle. Spolverizzate di zucchero semolato e appena prima di metterle in forno spolverizzate con abbondante zucchero a velo.

Infornate in forno preriscaldato a 180°C per una decina di minuti. Io ho messo la leccarda molto in basso per i primi cinque minuti e a metà per i successivi cinque.

Sfornate e mangiate!
Niente a che vedere con quelle confezionate, ne!

Una Risposta to “Appena sfornate!”

  1. lordbad 24 aprile 2011 a 4:33 PM #

    Mi piace il post! Inoltre cogliamo l’occasione per fare gli auguri di Buona Pasqua…Conigliosa….!!!

    Spero avrai modo di ricambiare la visita sul nostro blog Vongole & Merluzzi!

    Ricorda: il Grande Coniglio ci ama!

    http://vongolemerluzzi.wordpress.com/2011/04/24/il-grande-coniglio/

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: